Inaugurazione del Giugno nolano

Inaugurazione del Giugno nolano

Martedì 1° Giugno 2021 alle ore 10:00, nel “Salone dei Medaglioni” della Curia Vescovile di Nola, in conformità alle regole di sicurezza Anti-Covid, si è tenuta la cerimonia di premiazione del Concorso indetto dalla sezione nolana dell’Archeoclub d’Italia.

In rappresentanza della nostra scuola, I.T.C.S.G “Masullo Theti”, hanno partecipato al Concorso gli alunni Nappi Francesco e Matteo Pellegrino della III A Bio; Abdellatif El Abidi, Paola Esposito, Valentina Laura Lombardo e Roberta Palladino della IV C Inf, insieme alle docenti Elena Silvestrini e Susy Barone.

Presenti all’evento i concorrenti, allievi di varie scuole dell’hinterland, il direttivo dell’Archeoclub e il vescovo di Nola, monsignor Marino, attento sostenitore, in sinergia con gli Enti Istituzionali, di tutte quelle attività che educano i giovani al bene.

In apertura, la presidente dell’Archeoclub, prof.ssa Flora Nappi, ha rivolto il suo saluto ai presenti con un’interessante presentazione delle finalità del concorso che ha visto ragazzi di diverse scuole del territorio cimentarsi nella produzione di uno spot pubblicitario sul Complesso della Pace di Nola.

Tale Complesso è stato votato come il luogo del cuore tra i siti di interesse individuati dal FAI, grazie all’opera di divulgazione circa l’importanza storica di questo monumento, svolta dall’Archeoclub di Nola presso le scuole del circondario.

Due le fasi particolarmente significative di questa struttura: la Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli diventò la Cattedrale di Nola dopo l’incendio che colpì il Duomo nel 1861; fu poi centro di incontro e aggregazione di molti giovani negli anni ’70 del novecento, grazie all’operato dell’indimenticabile don Pierino.

La giuria ha assegnato al “Masullo- Theti” il secondo posto per aver interpretato il valore multietnico dell’opera d’arte e il linguaggio universale della bellezza che unisce con la forza delle emozioni.

È stato emozionante assistere alla proiezione del nostro video; abbiamo ricordato le diverse fasi di lavorazione, in particolare il giorno in cui ci siamo finalmente ritrovati, dopo un’interminabile zona rossa, a scattare le foto al Monumento, che, nonostante si trovi in una strada del centro, vedevamo per la prima volta in tutta la sua bellezza e desolazione, sotto la pioggia battente.

È stata un'esperienza sicuramente costruttiva che ci ha permesso non solo di fare nuove amicizie e di ampliare le nostre conoscenze, ma anche di interiorizzare il valore dell’arte.

Proprio per questo ringraziamo ancora una volta le professoresse che ci hanno accompagnato in un’interessante e piacevole esperienza e ci hanno guidato nella conoscenza di uno dei tanti tesori negati del nostro territorio.

Valentina Laura Lombardo IV C INF

Video

Foto