Concorso letterario “Clemente De Rosa”

Concorso letterario “Clemente De Rosa”

La premiazione

Domenica 28 aprile, alle ore 18:00, presso la Sala consiliare del Comune di Roccarainola sono stati proclamati i vincitori della quarta edizione del concorso letterario "Clemente De Rosa", vittima di un tragico incidente stradale. Il premio è nato dal desiderio dei genitori di Clemente di onorare la memoria del figlio e di tutte le giovani vittime della strada, in collaborazione con l’Associazione culturale “L’incontro” di Roccarainola.

Questo concorso ha visto la partecipazione di oltre 60 studenti provenienti da tutta la Regione. Il tema di questa edizione è stato il bullismo e la sua incidenza rovinosa sulla vita degli adolescenti.

Anche il “Masullo Theti” di Nola ha partecipato con tre alunne della seconda C informatica: Paola Esposito, Roberta Palladino e Valentina Laura Lombardo, guidate dalla professoressa Elena Silvestrini durante tutto il percorso, dalla preparazione degli elaborati alla partecipazione alla   cerimonia finale di premiazione.

La giuria, composta da psicologi, esperti di scrittura e docenti universitari, ha sottolineato l’efficacia espressiva dei racconti scritti da Roberta e da Paola per la capacità di immedesimazione nello stato emotivo del bullo e della vittima. Con tale motivazione la commissione ha assegnato il terzo premio a Roberta Palladino e il secondo a Paola Esposito.  A tutti i concorrenti l’attestato di partecipazione e la targa di ringraziamento alle scuole di provenienza.

La partecipazione a questo concorso ha dato a molti ragazzi la possibilità di esprimersi e di poter essere ascoltati, mettendosi in gioco al meglio delle proprie risorse umane e delle proprie competenze.

Il nostro grazie alla famiglia De Rosa, all’Associazione “L’incontro” che hanno dato vita ad un importante momento di condivisione tra adulti e adolescenti, e soprattutto alla DS del “Masullo Theti”, prof.ssa Anna Maria Silvestro, che sostiene e incentiva tante pregevoli iniziative, essenziali per la formazione umana dei giovani.

Roberta Palladino 2^C inf