PREMIO IN COMUNICAZIONE GIURIDICA

PREMIO IN COMUNICAZIONE GIURIDICA

Mercoledì 22 maggio 2019, nella Sala Conferenze del nostro Istituto si è tenuto il Convegno “La famiglia, nucleo pulsante della società: valori, conflitti e prospettive”

con la partecipazione dell’avvocatessa Sonia Napolitano, in rappresentanza dell’Ordine degli Avvocati del Tribunale di Nola, e del dott. Salvatore Esposito, in rappresentanza dell’Ordine dei Giornalisti, per conferire un premio in comunicazione giuridica in relazione al tema della famiglia trattato dagli alunni del nostro Istituto.

All’evento hanno partecipato le classi II A inf, II A bio, III A afm, III A rim, IV A rim e IV A sia, rispettivamente accompagnate dalle docenti Giuseppina Mamone, Ida Rega, Susy Barone, Concetta Sposito e Fortuna Dubbioso; a coordinare l’evento la prof.ssa Anna Nappi.

Gli ospiti sono stati accolti nell’atrio dalla prof.ssa Sposito che ha contribuito all’allestimento di una mostra sull’evoluzione della famiglia con le classi III A rim, IV A rim, e dalla prof.ssa Rega i cui alunni della II A bio si sono cimentati nella realizzazione di quadri pittorici sulle diverse tipologie di unioni presenti nella nostra società.

La cerimonia è poi continuata con una performance “14 amici al bar”, titolo ispirato alla canzone di Gino Paoli “Quattro amici al bar”, a cui hanno partecipato alcuni alunni delle classi II A inf, III A afm, IV A sia e IV A afm, guidati dalla prof.ssa Dubbioso, che hanno rappresentato una conversazione tra ragazzi dopo una lezione impegnativa di Diritto. Le tematiche discusse sono state varie: la famiglia patriarcale, la famiglia nucleare, il matrimonio, le unioni civili. Numerosi i riferimenti ad alcuni articoli della Costituzione Italiana, tra cui l’art. 29, l’art. 2, l’art. 3 e in particolare la legge Cirinnà del 20 maggio 2016. Si è poi parlato di quanto sia emancipata l’Inghilterra per effetto dell’Adoption and Children Act del 2002 e di come invece sia rimasta indietro l’Ucraina, dove l’unione tra due persone dello stesso sesso non solo è vietata, ma è anche incostituzionale.

Infine gli alunni della III A afm hanno creato una frase e selezionato, con la prof.ssa Barone, degli aggettivi scritti su cartoncini posizionati sul petto di ciascuno di loro, ispirati alle iniziali del nome Cirinnà.

La D.S. Annamaria Silvestro ha ringraziato tutti i presenti e ha sottolineato il tema centrale dell’evento, ossia la dignità della persona in tutte le sue dimensioni; essa è un diritto, un dovere, ma soprattutto un valore.

Il giornalista Esposito si è complimentato con noi alunni perché abbiamo mostrato di aver egregiamente recepito ed approfondito i messaggi del premio in comunicazione giuridica. Ha sottolineato in particolare l’importanza di due concetti, il “rispetto” e la “condivisione”. Dobbiamo credere in un mondo in cui sia diffuso il rispetto verso chi è diverso, accogliendo le diversità dell’altro, preziose ed uniche come l’arcobaleno fatto da tanti colori e sfumature. L’input è quello di mettere in pratica questi valori dapprima nella nostra famiglia per poi diffonderli in tutte le altre realtà che vivremo nella nostra vita.

L’avvocatessa ha ringraziato tutti sottolineando il fatto che questi valori sono un anello di collegamento tra noi, le istituzioni e le famiglie. Ci ha ringraziato per aver inglobato al meglio questi principi e ha ribadito che noi giovani siamo il futuro dell’Italia. Ha inoltre sottolineato che questo percorso ha fatto crescere anche lei, costituendo un’occasione di approfondimento e di rinnovamento. Infine ha ringraziato le docenti ed ancor più la nostra Dirigente sempre molto attenta e partecipe ad iniziative utili e costruttive, che ci danno la possibilità di assimilare i veri valori che ci accompagnano nella vita e che speriamo di mettere in pratica nella società.

Alessia Caliendo III A afm

Foto