Il Masullo-Theti “un passo più avanti”

 

Il Masullo-Theti “un passo più avanti”

Giovedì 13 febbraio 2020, nella sala Convegni dell’Istituto Masullo - Theti di Nola, le classi quinte, accompagnate dai loro docenti, hanno partecipato ad un incontro di sensibilizzazione sulla donazione di sangue, nell’ambito del progetto “Dona con Amore”, promosso dall’associazione “Donation Italia” in collaborazione con associazioni del territorio.

All’incontro sono intervenuti il Segretario dell’Ufficio di presidenza della Camera dei Deputati, On. Luigi Iovino, ex alunno del nostro Istituto, Raffaele Sirico, presidente dell’associazione “Saviano 2.0” e Maria Chiara Corbisiero, volontaria dell’associazione “Unitas Onlus”.

In apertura, la prof.ssa Coppola ha ringraziato l’onorevole e i membri delle associazioni sottolineando il fatto che sono giovani molto volenterosi e attivi sul territorio. Ha preso la parola Maria Chiara Corbisiero la quale, dopo aver ringraziato i presenti, ha spiegato che l’associazione “Unitas” si occupa di offrire aiuto ai più bisognosi come i senzatetto, di favorire l’integrazione degli immigrati e di raccogliere fondi per le malattie rare. Si è poi soffermata sul progetto “Dona con Amore” spiegando che donare è molto più che “dare ad altri senza ricevere nulla in cambio”, perché donare a chi ne ha veramente bisogno ci procura delle emozioni uniche e ci insegna tanto. Ha sottolineato il ruolo considerevole di noi giovani nella società perché noi siamo il futuro. Ha spiegato che il progetto è nato a Salerno grazie all’associazione “Donation Italia”, che si occupa da tempo della donazione di sangue, e che, grazie all’onorevole Iovino, le associazioni presenti a Nola e a Saviano sono state coinvolte in questa campagna di sensibilizzazione, espressione di quella cittadinanza attiva a cui tutti siamo chiamati.

Ha poi preso la parola Raffaele Sirico sottolineando l’importanza del donare, spiegando che se si fa del bene lo si riceverà ancora più amplificato, data la consapevolezza di poter giovare agli altri. Ha pertanto esortato noi giovani a donare anche un’altra cosa molto preziosa, ossia il nostro tempo.

È poi intervenuto l’On. Luigi Iovino, il quale si è detto commosso per i tanti ricordi che lo legano al nostro Istituto, che lo ha visto come studente. Ha sottolineato l’importanza di “mettersi in gioco”, di partecipare attivamente alle manifestazioni del proprio territorio, e di approfittare di questi momenti di sensibilizzazione e di riflessione che insegnano tanto, soprattutto per la crescita personale. Ha spiegato che con l’associazione “Donation Italia” a Salerno ha coinvolto lo scorso anno anche gli studenti di altre Nazioni, venuti in Italia nell’ambito del progetto Erasmus.

Al termine è intervenuta la prof.ssa Susy Barone per sottolineare che da ormai quattro anni, è referente del progetto “Donare sangue è donare vita”, fortemente sostenuto dalla nostra D.S. prof.ssa Anna Maria Silvestro, in collaborazione con l’Avis e l’Asl NA3 nella persona della dott.ssa Maria Mambelli. Pertanto, anche quest’anno, nel mese di Aprile, sarà presente nel cortile del nostro Istituto un’autoemoteca messa a disposizione di tutta la comunità scolastica per effettuare le donazioni di sangue. Si tratta di un progetto che negli anni ha visto la partecipazione attiva di alunni, personale docente ed amministrativo, tutti desiderosi di donare il sangue nella consapevolezza che una comunità educante quale è la scuola non deve limitarsi a sensibilizzare e a “predicare” buoni esempi, ma li deve essenzialmente “praticare”.

Valentina Manganiello V A afm

Foto